Pirex - borosilicato
Ciao a tutti.
Oggi ho comprato delle provette e qualche becker, alcuni in pirex e altri in borosilicato.
Allora, dopo aver appurato che dei commessi che me li hanno venduti non c'è da fidarsi neanche se ci si guadagna, ho guardato i vetri e ho notato che alcune hanno riflessi azzurri, altre completamente trasparenti. Quelli che mi hanno dato per pirex sono bianchi, mentre quelli in borosilicato sono azzurri, voi che mi dite, è giusto che sia così?
Se si allora mi hanno venduto una provetta in borosilicato passandola per pirex, causandomi la famosa disavventura al piombo, maledetti! Se avessi lo scontrino di quel provettone mi garberebbe di denunciarli...
Rispondi
Posso solo dirti che il mio becker Simax in pyrex è perfettamente trasparente, non so come sia il borosilicato ;-)
Rispondi
Simax? è la stessa marca dei cosi che avrei preso in borosilicato... il problema è che sopra non scrivono se è pyrex o meno, e il presunto pyrex è marcato shott duran... il commesso mi ha detto che marche del tipo schott duran sono pyrex, le altre no.... ma come si fa a stabilirlo quando non ci si può fidare del suddetto individuo??? non è che hanno densità diverse, quello in pyrex (presunto) mi è parso più leggero dell'altro...
Rispondi
Forse avete fatto un pò di confusione.
Allora, sia Pyrex england, che Duran , che Simax sono vetri borosilicati.
Devono per forza essere borosilicati altrimenti non sarebbero adatti all'utilizzo di alcune pratiche di laboratorio, in quanto, gli altri tipi di vetro presentano una dilatazione termica troppo alta per essere utilizzati nei processi che coinvolgono riscaldamenti e si romperebbero.
Tuttavia, il discorso non è esclusivo, in quanto, nei processi di laboratorio che non coinvolgono riscaldamento, si può utilizzare anche vetreria di cacca, del tipo usa e getta o dallo spessore d'unghia e non in borosilicato.

I vetri borosilicati più conosciuti sono:

1) Pyrex
2)Duran
3)Kimax
4) Simax

L'ordine è puramente casuale. A mio parere, non ce ne è uno migliore dell'altro (non ho provato il Kimax) ma gli altri 3 presentano una buonissima resistenza alle alte temperature.
E' logico che la bontà di un vetro è strettamente legata anche al suo spessore, ma questo dipende da produttore a produttore.
Per quanto mi riguarda non ho mai visto vetreria simax opaca.
Sarà qualche finezza del produttore.
Per quanto riguarda i costi anch'esso dipende strettamente da chi ti fornisce la roba e dove risiede la ditta dalla quale ritira la merce.

Questo è per dire che prima di comprare vetreria bisognerebbe (per non esser presi per il ****) informarsi. La percentuale di Silicio, Boro è più o meno la stessa in Simax, Pyrex e Duran e ripeterò fino alla noia sono tutti e tre borosilicati.
Cambia alcune volte lo spessore. Quindi come consiglio direi di guardare a parità di "marca" lo spessore del vetro e, chiaramente, i costi.
La densità è la stessa in simax, pyrex e Duran.

Se riesci a pubblicare le foto delle provette sarebbe l'ideale.

Saluti.
Rispondi
Allora tutti i discorsi sulla differenza tra pirex e borosilicati si riferiscono... allo spessore? Come composizione sono uguali mi sembra di aver capito...
Prima forse mi sono spiegato male, entrambi i tipi di vetro sono trasparenti, ma se si guarda lo spessore del vetro, ossia se il becker è sul tavolo si guardano le pareti del becker con la vista perpendicolare al tavolo, parallelamente alle pareti del bicchiere, si può notare che uno ha colore azzurro, l'altro bianco, per essere più precisi: se si prenderà un cubo 10 x 10 cm di duran lo si vedrà bianco, se è simax lo si vedra azzurrino... mi spiego?
Adesso posto qualche foto (così chemistry potra visionare il suo acquisto)...
Ecco le foto:
[Immagine: becker1.jpg]
[Immagine: becker2.jpg]
[Immagine: vetreria.jpg]
Rispondi
Citazione:Allora tutti i discorsi sulla differenza tra pirex e borosilicati si riferiscono... allo spessore? Come composizione sono uguali mi sembra di aver capito...
Ho precisato se non sbaglio che il vetro pyrex è un borosilicato.
Tutti i vetri da me menzionati sono borosilicati.
Ti allego due tabelle riguardanti simax e duran. Potrai vedere che in effetti le caratteristiche si equivalgono, cosi come la composizione.

Per quanto riguarda la colorazione blu. E' probabile che la silice utilizzata da quel produttore per il vetro conteneva un quantitativo di ferro o altro il quale conferisce al tuo beaker quella colorazione. Potrebbero anche esserci difetti nel reticolo. Ma questo non posso dirtelo a meno che non hai un diffrattometro a portata di mano. asd.

http://www.duran-group.com/en/about-duran/duran-properties.html
http://www.pegasus-glass.com/simax.asp

Saluti.
Rispondi
Cmq, si può dire che più costa il becker, o la provetta, a parità di contenitore, più è efficace.
Per l'utilizzo sulla fiamma, più è spesso meglio è, giusto? Ma li dove sono andato dicono di non averle... cercherò su ebay...
Rispondi
Citazione:Cmq, si può dire che più costa il becker, o la provetta, a parità di contenitore, più è efficace.

Nei negozi seri dovrebbe essere così. Però dipende, ripeto anche da dove si fornisce il produttore. Molto spesso il prezzo varia anche con la lavorazione. Se il vetro è stato lavorato ad minchiam (tipo c'è il bordo un pò storto oppure bollicine microscopiche) allora costerà di meno rispetto ad un vetro dalla miglior manifattura. (ma di solito in home-lab si usano pure questi giustamente!)

Per quanto riguarda lo spessore è un fattore importante. E' ovvio che il vetro non deve essere troppo spesso altrimenti come ci arriva il calore all'interno?? :look:
Questo però è un problema che non devi porti. In quanto è ovvio che la vetreria per laboratori che compri è adatta a tener conto di questi inconvenienti. Se però la vetreria decidi di comprarla all'Auchan allora non ti apsettare grandi prestazioni. Anzi aspettati molte crepe e pezzi di vetro tra i capelli.

Citazione:Per l'utilizzo sulla fiamma, più è spesso meglio è, giusto? Ma li dove sono andato dicono di non averle... cercherò su ebay...

Io che da quando avevo 11 anni utilizzo Schott (Schott-Duran) ti posso assicurare che resistono molto bene alle alte temperature. Però non esagerare. Scordati la fiamma acetilenica :-P.

Saluti.
Rispondi
Ti crei problemi che non esistono Drako? :look:
Va benissimo tutta la vetreria citata, mica si rompe se è trattata come si deve!
Il costo dei reagenti (e ne servono tanti), QUESTO sì che è un big-problem! :azz: :azz: :azz:
Rispondi
scusate vado un attimo OT:
che belli i mei becker..grazie ancora Drako
Rispondi




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)